teatrointeresshante

E' così  che noi definiamo il nostro modello teatrale, un Teatro InteressHante che stimoli interesse creando ponti emotivi (la lettera H simboleggia visivamente per noi un ponte che vuole riuscire a portare lo spettatore in luoghi emotivi altrimenti irraggiungibili dal solo pensiero.)

Partiamo dall'esempio dato dal teatro dell'Avanguardia, e in particolare dal  Teatro di Ricerca , in quanto "tradizione del nuovo", come ricerca continua di nuove forme e opportunità di conoscere qualcosa in più di noi, e di ciò che ci circonda.

Da sempre il teatro crea, produce uno stato di realta' extra-ordinaria in cui riflettere il mondo delle cose e dei sentimenti. 

Il palcoscenico diventa in tutto e per tutto uno spazio dove poter creare, agire (e non più soltanto reagire) in un dinamismo circolare che nasce da dentro di noi.
Vogliamo quindi investire sul futuro di questa società divenendo nel presente dei portatori di interesse culturale e sociale, in termini di valori e ideali che "agitino" le coscienze, spiazzandole, sorprendendole, sfidandole a risvegliare le anime dormienti.

 

La compagnia teatrale

La compagnia teatrale “Oltre quella sedia” poggia la sua forza su un lavoro comune e paritario, dove ognuno dà il meglio di sé. “Oltre quella sedia” offre una proposta teatrale tesa alla ricerca della valorizzazione delle abilità e delle capacità del singolo che trasformano in ricchezza del gruppo, creando spettacoli che non si fermino al palcoscenico, ma “inondino” lo spettatore con messaggi ed emozioni. Lo spettacolo utilizza l’espressione corporea, la voce, le parole (intese come significanti e come significato), il movimento, le musiche, il silenzio e mette in contrapposizione momenti corali a momenti di espressione individuale, dando vita ad assonanze e dissonanze e lavorando sul gesto che diventa azione consapevole e che passa da grande a estremamente misurato, da veloce a ostinatamente lento, fino ad arrivare all’immobilità, per sottolineare il suo respiro.

Gli attori si muovono sul palco, realizzando momenti dinamici e statici come in una sorta di album di famiglia che si sfoglia, soffermandosi a ogni foto. Ognuna di esse appartiene a una storia, a un vissuto di sentimenti e sensazioni da condividere con lo spettatore che viene avvolto dalle emozioni, stravolto nei pensieri e reso protagonista di un’opera d’arte.

Andando anche oltre il palcoscenico, incontro al pubblico, lo spettacolo utilizza tutti gli spazi (le corsie, le scale, le poltrone): lo spettatore si ritrova attore di un percorso nel quale viene dolcemente accompagnato. Qual è lo strumento con il quale comunicare? È sempre l’emozione; l’emozione che parte dal singolo e arriva al gruppo che lo dona allo spettatore, smovendolo dalla sua comoda poltrona per diventare egli stesso veicolo del messaggio oltre quella sedia, oltre quella paura, oltre quella abitudine, oltre quella intolleranza, oltre quella etichetta, oltre quella noia, oltre quel modello di vita imposto. Oltre a molto altro per arrivare alla persona, a ciò che ognuno può esprimere, alle ricchezze di cui ogni anima è portatrice.

Creiamo spettacoli teatrali, stage formativi e incontri/ performance tematici per andare a trasmettere una nuova cultura nel territorio (teatri, luoghi pubblici, piazze, luoghi culturali ecc.) e dare un sostegno alla normalità attraverso l'opportunità di libera espressione alle diversità.

 

Le prove si effettuano il giovedì pomeriggio (da metà settembre a fine giugno) dalle 16.30 alle 18.30 presso l'oratorio di Roiano (Via dei Moreri, 22 a Trieste).

Se desideri entrare a far parte della compagnia teatrale "Oltre quella Sedia" o saperne semplicemente di più, vieni a trovarci (mappa) o scrivici a : 

info@oltrequellasedia.it


Stage Lo sfogamento:

  • prima edizione 9 persone partecipanti (2008)
  • seconda edizione 21 persone partecipanti (2009)
  • terza edizione 32 persone partecipanti (2010)
  • quarta edizione 29 partecipanti (2011)
  • quinta edizione 28 partecipanti (settembre 2012)

Stage per genitori:

  • prima edizione 10 partecipanti (2010)
  • seconda edizione 11 partecipanti (2011)
  • teza edizione 12 partecipanti (2012)

L'obiettivo primario è quello di  sentirsi parte di un gruppo che ti accoglie e non ti giudica e che ti può dare nuovi strumenti concreti per iniziare un percorso di autonomizzazione della famiglia dal figlio/a usando lo strumento del teatro di libera espressione.

 

Scopri tutte le attività svolte fino ad oggi...



Fotogallery


Pagine correlate


© 2012 Associazione di promozione sociale ONLUS "Oltre quella Sedia" C.F.90123060320 - Sede legale via Rossetti 15 - 34139 Trieste
Tutte le immagini e i marchi presenti in questo sito sono di proprietà dell'associazione

project Crisalide design studio